Il regalo di Miro (e di Felice)

Le presentazioni di Fischia il vento si moltiplicano e ogni volta c’è una storia nuova, una persona nuova che incontro, che mi racconta fatti nuovi.

Che mi fa conoscere pezzi della storia che non ho scritto, o cose che mi piacerebbe raccontare, chissà.
E poi, dentro una busta bianca, una sera arriva un pezzetto di quel passato che diventa oggi. Me l’aveva annunciato Miro, l’incrollabile pallanuotista amico di Felisèn, come lui in dialetto chiamava Felice Cascione.

«Dammi il tuo indirizzo, devo farti una sorpresa» mi ha detto al telefono con la galanteria gentile che forse può avere solo un signore di novant’anni come lui.

E quando arrivi a casa la sera, la busta bianca nella cassetta è leggera, dentro c’è un foglio solo, piegato: e quando lo apro, ecco la sorpresa.

 

Un biglietto da visita di Felice Cascione. Una lettera dal passato. Da un passato con cui, stranamente, mi trovo sempre più spesso a condividere momenti.

Miro, dietro al biglietto, ha scritto una dedica “da Felisèn”.

“L’ho fatto a nome suo, no?” Mi ha detto sorridendo, al telefono.

Grazie, ragazzi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: